I.CO.NA. – I colori di Napoli

Nel 2015, di ritorno da un magnifico soggiorno a Parigi, fui contattato da una società genovese, la IBR Sistemi Srl specializzata in realizzazioni di installazioni museali e espositive multimediali all’avanguardia, e mi fu chiesta la disponibilità a collaborare con loro per un progetto che si erano aggiudicati in appalto su Napoli dal Ministero dei beni culturali. La mia collaborazione consisteva nel produrre e fornire immagini in alta definizione di monumenti, chiese, musei, palazzi, teatri, siti archeologici ed altro soddisfacendo una lista indicata dal ministero stesso.

Nonostante il lavoro e soprattutto i tempi fossero impegnativi accettai e nel giro di due mesi riuscii a produrre circa 1700 immagini relative a quanto indicato nella lista del ministero.

Tutto questo lavoro sarebbe servito alla IBR per creare i contenuti delle applicazioni multimediali del nascente nuovo museo che era già in avanzato stato di costruzione e localizzato nelle Scuderie borboniche di Palazzo reale.

Il nuovo museo, nato per aiutare i visitatori della città di Napoli a orientarsi nel suo immenso patrimonio culturale, e al quale è stato dato il nome “I.Co.Na”, doveva aprire le sue porte già nel 2015, ma per il protrarsi dei lavori di manutenzione e ristrutturazione dell’ intero Palazzo reale la sua inaugurazione è stata prorogata e legata alla fine di tali lavori.

Nel corso del 2015 e del 2016 ho avuto modo di seguire l’andamento del lavoro fino a vederlo completato, assistendo anche a prove delle varie installazioni presenti. Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di effettuare qualche scatto serio di anteprima ma solo poche immagini riprese con una compatta di servizio e che pubblico solo ora in quanto sia il progettista, Studio Vitruvio di Benevento, che la IBR Sistemi hanno da poco aggiornato i loro siti web con alcune immagini di anteprima. Purtroppo manca ancora l’ufficialità della Soprintendenza e del Ministero dei Beni Culturali.